Pazienti oncologici pediatrici in Africa

Offrire speranza e salute    

L

a Fondazione Bristol-Myers Squibb annuncia il programma Global HOPE da 100 milioni di dollari per aiutare i pazienti oncologici pediatrici in Africa.


Per i bambini colpiti dal cancro, il Paese in cui vivono può determinare la loro possibilità di sconfiggere la malattia.

La Fondazione Bristol-Myers Squibb ha recentemente lanciato Global HOPE (Hematology-Oncology Pediatric Excellence), un programma per migliorare le aspettative di vita dei giovani pazienti oncologici dell’Africa meridionale e orientale.

Insieme al Texas Children's Cancer and Hematology Centers e alla Baylor College of Medicine International Pediatric AIDS Initiative presso il Texas Children's Hospital, la Fondazione Bristol-Myers Squibb ha annunciato una donazione congiunta da 100 milioni di dollari per la creazione e l'utilizzo di una rete innovativa di trattamento onco-ematologico pediatrico che contribuirà nel lungo termine a migliorare la prognosi di migliaia di bambini di questa regione. 

Il nostro obiettivo è, quello di fare in modo che nessun bambino, in nessuna parte del mondo, muoia di cancro e che abbia le stesse possibilità di cura, indipendentemente dal Paese in cui vive, indipendentemente dal Paese in cui vive, abbia le stesse possibilità di cura.    

"Il nostro obiettivo è, e continua ad essere, quello di fare in modo che nessun bambino, in nessuna parte del mondo, muoia di cancro", sostengono il CEO Dott. Giovanni Caforio, M.D. e il Dott. David G. Poplack, M.D. del Texas Children's Cancer and Hematology Centers in un articolo. "E che abbia le stesse possibilità di cura indipendentemente dal Paese in cui vive, abbia le stesse possibilità di cura."

In Africa, più di 100.000 bambini, ogni anno, sviluppano il cancro e la stragrande maggioranza muore a causa dell'accesso limitato ai servizi diagnostici e terapeutici. Questi numeri sono in netto contrasto con i Paesi ad alto reddito, dove l'80% dei pazienti oncologici pediatrici sopravvive.

Global HOPE si sviluppa sulla base dell’esperienza acquisita nel campo dell'HIV/AIDS con il programma “Secure the Future” della Fondazione Bristol-Myers Squibb. “Secure the Future” ha contribuito a dare ai bambini affetti da'HIV l'opportunità di diventare adulti con una migliore qualità di vita e la speranza di un futuro migliore.

"Questa iniziativa si sviluppa partendo dai 18 anni di successi del programma Secure the Future  della Fondazione Bristol-Myers e offrirà una nuova speranza alle famiglie di bambini affetti da cancro e da patologie ematologiche", commenta Caforio relativamente all'annuncio.